Onde d'Urto

Un nuovo approccio terapeutico per il trattamento di molte patologie a carico delle ossa e dei tessuti “molli” muscolo-scheletrici (tendini, legamenti, ecc.).

Le onde d’urto sono degli impulsi sonori, caratterizzati da una particolare forma d’onda (rapido picco di pressione positiva, seguito da un’altrettanto rapida, ma minore, fase di pressione negativa), in grado di produrre una stimolazione cellulare meccanica capace di precisi effetti terapeutici.

Metodica non invasiva, le onde d’urto sono, in molti casi, una valida opzione terapeutica per la cura di molte patologie, anche in fase acuta, grazie alle sue proprietà benefiche di tipo antinfiammatorio, antidolorifico ed “anti-edema” (cioè per contrastare il “gonfiore”), nonché per stimolare la riparazione tissutale. In tempi più recenti, infatti, si sono mostrate efficaci anche nell’ambito della rigenerazione cutanea, accelerando il processo di guarigione di piaghe, ulcere e ferite “difficili” di varia origine, anche post-traumatica.

 

INDICAZIONI TERAPEUTICHE DELLE ONDE D’URTO

Le patologie ormai avvalorate scientificamente riguardano:

Tessuti ossei:

Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi

Necrosi asettica testa omero/femore

Fratture da stress

Algoneurodistrofia

Patologie dei tessuti molli:

Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio

Rigidità articolare spalla/gomito/anca/ginocchio

Calcificazioni e ossificazioni

Miositi ossificanti

Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce

Tendinopatie dei tessuti molli

Tendinopatia calcifica di spalla

Epicondilite di gomito ed epitrocleite

Tendinite trocanterica

Tendinite della zampa d’oca

Tendinite post-traumatica di ginocchio

Tendinite del rotuleo

Tendinite del tendine d’Achille

Fascite plantare con o senza sperone calcaneale

Patologie degenerative:

Artrosi dell’anca, ginocchio, rizoartrosi

 

EFFETTI INDESIDERATI/COMPLICANZE:

Il giorno della seduta e il giorno dopo si assiste talvolta ad un incremento del dolore.  Con le successive sedute si assiste ad una progressiva riduzione del dolore fino ad arrivare ad una completa remissione dei sintomi (80% dei casi).

 

CONTROINDICAZIONI CLINICHE

Le controindicazioni alla terapia con onde d’urto sono controindicazioni relative:

  • Infezione osteoarticolari
  • Malattie della coagulazione del sangue
  • Pazienti con pace-maker
  • Epilessia
  • Patologie tumorali
  • Gravidanza